Costo del trasporto e del ritiro di rifiuti speciali tra Forlì e Cesenatico

Vuoi sapere come smaltire rifiuti pericolosi e materiali come Eternit e amianto?
La ditta Ravaioli, si occupa di gestire tutto il processo di ritiro e smaltimento dei rifiuti speciali, grazie al suo staff di professionisti e a mezzi adatti. Il costo delle operazioni di smaltimento, ritiro e bonifica, varia a seconda del contesto da decontaminare e dalle quantità di rifiuti e materiali pericolosi da eliminare.

Ravaioli ti raggiunge direttamente presso la tua sede aziendale o abitativa e, dopo aver accertato la presenza di Eternit o amianto, si occupa di bonificare la struttura e di procedere alla consegna per il trasporto dei rifiuti speciali presso la discarica di destinazione. Il prezzo del processo di smaltimento può essere abbattuto grazie agli incentivi statali previsti per l’attività di smaltimento dei rifiuti pericolosi.

Scopri come smaltire i rifiuti tossici e richiedi un preventivo dei nostri lavori tra Forlì e Cesenatico e il dettaglio del prezzo del servizio di trasporto.

Come avviene il trasporto?

Il trasporto dei rifiuti speciali può essere effettuato solo da aziende specializzate e aventi una precisa autorizzazione, ottenuta tramite iscrizione all’albo dei trasportatori.

L’azienda che si occupa del processo di bonifica, se non in possesso di suddetta documentazione, è tenuta a consegnare il materiale tossico, dopo averlo opportunamente imballato, identificato tramite un formulario e etichettato.

La ditta che gestisce le operazioni di bonifica, può occuparsi anche del trasporto dei rifiuti solo se il perso totale degli stessi non supera i 30 kg di materiale giornaliero.

Discariche per rifiuti speciali

I rifiuti speciali sono destinati al trasporto verso opportune discariche solo nel caso in cui, le operazioni di bonifica, abbiano causato un minimo rilascio di fibre, a causa delle fasi di lavoro per bonifica. Ad ogni modo, il materiale tossico non dovrà aver subito alcuna trasformazione della sua struttura chimica della matrice. Le operazioni di incapsulamento sono un esempio di questo genere di attività.

Le discariche ove trasportare i rifiuti tossici, sono costituite da opportuni spazi coltivati, trincee e settori, sufficientemente ampi per poter permettere il passaggio dei mezzi di trasporto, senza provocare rotture del materiale.

Come ricoprire il materiale depositato

Un volta depositato, il materiale nocivo, deve essere ricoperto da una data quantità di terreno e materiale plastico, pari a un minimo di 20 cm, entro 24 ore.

Durante tutto il processo di ricopertura dei rifiuti speciali, è necessario porre costante attenzione a tutti i procedimenti, in modo da evitare il rischio di rottura e danneggiamento alla struttura chimico/fisica dell’amianto.

Al termine di tale lavoro, si deve procedere alla riqualificazione verde del terreno interessato, ove non si potrà più procedere ad alcun procedimento di escavazione. Contattaci!